+1 205-699-2499

Cosè Leiaculazione Precoce?

Nella valutazione sull’eventuale trattamento dell’eiaculazione precoce sarà importante, innanzitutto, concentrarsi sueventuali cause secondarie. Viene associata a inabilità, da parte dell’uomo, a posticipare l’eiaculazione in quasi tutti o in tutti i rapporti sessuali, portando a uno stress psicologico tale da inibire ogni forma di rapporto sessuale. Questa definizione però, come già abbiamo detto, non può contemplare tutte le sfumature cliniche dell’eiaculazione precoce, le quali richiedono un approccio terapeutico su misura delle esigenze del paziente. Si tratta di una strategia di cura focalizzata sul problema dell’eiaculazione precoce, che viene affrontato attraverso specifiche tecniche.

Cosa vuol dire quando un uomo viene subito?

L’eiaculazione precoce è uno dei disturbi sessuali maschili più comuni e riguarda tutte le fasce d’età. Si verifica quando l’uomo eiacula in seguito a una minima stimolazione sessuale, prima o subito dopo la penetrazione, solitamente in un tempo di meno di un minuto.

Con la tecnica dello “squeeze”, il paziente o la sua partner stringe per secondi la parte del pene in cui la testa si unisce al corpo, impedendo l’eiaculazione e diminuendo la forza dell’erezione. Con una buona pratica, più del 95% degli uomini impara a ritardare l’eiaculazione di 5-10 minuti o anche più a lungo. Quando i sintomi dell’eiaculazione precoce esordiscono dopo un periodo di funzionamento sessuale adeguato, il contesto è spesso quello di una diminuita frequenza di attività sessuale. Oppure di intensa ansia da prestazione con un nuovo partner o di una perdita di controllo sull’eiaculazione legata alla difficoltà nel raggiungere o nel mantenere l’erezione.

Come Prevenire Leiaculazione Precoce?

L’Eiaculazione Precoce è una condizione medica spesso sotto diagnosticata ma non per questo infrequente. La dapoxetina agisce in modo molto simile agli antidepressivi che aumentano la disponibilità della serotonina nel cervello, ma a differenza di questi, viene assunta solo 1-3 ore prima del presunto rapporto sessuale (il che rende la dapoxetina un farmaco “on-demand”) ed è disponibile all’organismo in tempi brevissimi. L’eiaculazione precoce è la disfunzione sessuale maschile più diffusa, che affligge il 21-33% degli uomini. Spesso alla coppia viene insegnata una “terapia comportamentale”, che consiste in una serie di esercizi progressivi da eseguire per migliorare il controllo dell’eiaculazione.

Le terapie sono molto varie, sia sulla base del tipo di patologia che si affronta, sia sulla base della tipologia del paziente che ci si trova di fronte. Nella forma secondaria, dei disturbi endocrini o infiammatori sono state chiamate in causa. L’unica molecola approvata in Italia per questo problema è la dapoxetina , che presenta affetti collaterali normalmente accettabili (ipotensione, nausea, diarrea e mal di testa di entità modesta).Per chi non ne è affetto da depressione non altera il tono dell’umore. Va assunta 1 ora e mezza- 2 ore prima del rapporto con una durata del suo effetto di circa 4 ore. Vanno trattate prima possibili cause “organiche”, come per esempio il frenulo breve, se presente, o le prostatiti.

La definizione più semplice comprensibile dice che la EP è “eiaculazione con minimo stimolo e prima che desiderato, poco dopo e prima della penetrazione, che causa stress o insoddisfazione, e sul quale il paziente ha poca capacità di agire” (Seconda Conferenza interazionale sui disturbi sessuali”). Nella pratica clinica noto che è presente spesso una componente psicologica importante che si aggiunge dopo l’insorgere dei primi disturbi di tale patologia. Che si verifica sporadicamente in una normale attività sessuale e la “sensazione soggettiva” di soffrire di E.P. Nei casi in cui i tempi di latenza per arrivare all’eiaculazione sono normali o addirittura superiori.

Come Puoi Curare L’eiaculazione Precoce?

La terapia comportamentale risulta essere la terapia più efficace per questa problematica. Si concentra sugli aspetti psicologici ed è volta ad incrementare la latenza eiaculatoria ed il senso di auto-controllo. In genere, la maggior parte dei maschi con eiaculazione precoce possono ritardare l’orgasmo durante la masturbazione per un tempo notevolmente più lungo che durante il coito.

Gentile signor Francesco, ha ragione a cercare una soluzione preventiva al problema dell’eiaculazione precoce, che giustamente la preoccupa. Le sue precedenti esperienze negative dimostrano bene, oggi molto più di ieri, che l’eiaculazione precoce è una seria minaccia per la felicità e la stessa durata della coppia. Per quanto riguarda le cure è chiaro e intuitivo che qualora il problema abbia alla sua origine problematiche organiche ben evidenti, la cure delle stesse sarà risolutiva. Parliamo in questo caso delle cure per una eventuale prostatite, il trattamento chirurgico di un frenulo corto o di una fimosi.

Eiaculazione precoce

Negli ultimi tempi è stata sempre più introdotta in terapia, con un approccio totalmente naturale, l’uso della Griffonia, pianta dell’Africa nord occidentale, nei cui baccelli è contenuta una alta quantità di 5-idrossitriptofano, aminoacido utilizzato dalle cellule serotoninergiche del https://latuafarmaciaonline.it/ cervello per produrre serotonina. Una terapia comportamentale può essere d’aiuto per la maggior parte degli uomini nel superare il problema. Il terapeuta fornisce rassicurazioni, spiega perché l’eiaculazione precoce si verifica e insegna le strategie per ritardare l’eiaculazione.

Esiste Un Trattamento Per Leiaculazione Precoce?

È essenziale che all’uso farmacologico si associ una terapia riabilitativa di tipo sessuologica, una terapia psicodinamica o terapie alternative di supporto. Molti aspetti della vita degli uomini e delle loro partner sono influenzati dall’EP. Recentemente è stato approvato https://www.viafarmaciaonline.it/ a livello europeo il primo farmaco appositamente studiato e sviluppato per il trattamento dell’Eiaculazione Precoce. Si stima, infatti che abbia un’incidenza sulla popolazione maschile adulta superiore al 20% malgrado solo il 9% di questi si rivolga al medico.

Circa il 50% degli uomini con sintomi di EP hanno indicato che questi sintomi erano presenti fin dalla loro prima esperienza sessuale. Il paziente e la partner imparano a controllare l’eiaculazione stringendo il glande tra le dita durante la fase di eccitazione, quando si avvicina l’orgasmo. “Finalmente ci sarà la possibilità di curare l’eiaculazione precoce con un farmaco specifico per tale patologia – afferma il Prof. Vincenzo Mirone, Membro del Board Europeo per lo https://www.efarma.com/ studio della dapoxetina – e soprattutto sarà possibile l’utilizzo al bisogno”. Il 20% ha una forma acquisita, che compare cioè dopo anni o decenni di normale funzione sessuale. Può essere il primo segno di un altro e diverso problema sessuale, un vero semaforo rosso che si accende in realtà sulla tenuta dell’erezione. In altri termini può essere il primo segno di un deficit di mantenimento dell’erezione, da cause vascolari, che aumentano con l’aumentare dell’età.

Una di queste è la strategia dello “Stop-Start” che consiste nell’arresto momentaneo del rapporto poco prima del raggiungimento dell’orgasmo con successiva ripresa dopo adeguata attesa. Un’altra tecnica proposta è quella dello “Squeeze” che prevede la compressione digitale https://www.casafarmacia.com/it/priligy-dapoxetina/ del pene prima dell’eiaculazione in modo da determinare una minima detumescenza e da ritardare l’orgasmo. Un’ulteriore strategia empirica prevede la masturbazione prima del rapporto, in modo tale da desensibilizzare il pene e ritardare una successiva eiaculazione.

Eiaculazione Precoce: Da Che Cosa Dipende, Come Si Cura

Infatti la durata del rapporto non è di per se, condizione sufficiente per valutare la presenza della patologia. Come anticipato, l’eiaculazione precoce può essere associata alla coesistenza del frenulo breve. In alcuni casi, trattando il frenulo breve, si può ottenere un miglioramento dello slittamento del prepuzio , migliorando il benessere sessuale del paziente e riducendo un’eccessiva stimolazione del glande. In molti casi l’eiaculazione precoce migliora col passare del tempo; per tal motivo, non sempre è necessario effettuare un trattamento. Praticare tecniche di rilassamento o utilizzare metodi di distrazione può aiutare a ritardare l’eiaculazione.

Esso invece è spesso legato a problemi fisiologici o psicologici, in ogni caso ha cause individuabili grazie ad un percorso medico e risolvibili. Ad esempio tra le principali cause fisiologiche dell’eiaculazione precoce potremmo https://www.casafarmacia.com/it/priligy-dapoxetina/ trovare la ghiandola prostatica. In questo caso la causa del fenomeno non è l’uomo che non riesce a trattenere la propria passione ed a controllare l’eiaculazione ma questo organo deputato alla produzione del liquido seminale.

  • Mi sembra che la definizione più adatta e completa sia quella citata nel Dsm V “l’eiaculazione è precoce quando si verifica prima che la persona lo desideri a causa di una resistente e persistente assenza di ragionevole controllo volontario dell’eiaculazione e dell’orgasmo durante l’attività sessuale”.
  • Un’altra tecnica proposta è quella dello “Squeeze” che prevede la compressione digitale del pene prima dell’eiaculazione in modo da determinare una minima detumescenza e da ritardare l’orgasmo.
  • Sono utilizzati per assicurare che i nostri servizi digitali funzionino correttamente e non interferiscano con le principali funzionalità del sito web.
  • Comunque, alcuni uomini perdono la capacità di ritardare l’orgasmo dopo un periodo di funzionamento adeguato.
  • L’eiaculazione precoce consiste nella presenza di persistente o ricorrente eiaculazione in seguito a stimolazione sessuale anche minima, oppure prima, durante o poco dopo la penetrazione, comunque prima di quando il soggetto desidererebbe.
  • Il disagio è vissuto anche dal partner il quale, inconsapevolmente, ne aggrava il disturbo e soffre lui stesso.

E’ anch’essa un inibitore selettivo della ricaptazione della serotonina ad azione molto rapida. Una singola somministrazione produce un forte effetto inibitorio sul riflesso eiaculatorio realizzando un https://www.casafarmacia.com/ sensibile aumento della di latenza eiaculatoria intravaginale. Gli studi iniziali, che hanno coinvolto circa 7500 Pazienti nel mondo, indicano un tempo di rapporto incrementato fino a sette volte .

Il Tramadol è un farmaco che è stato utilizzato per molti anni per controllare il dolore e può essere usato anche per ritardare l’eiaculazione. Il livello di controllo percepito dall’uomo sull’eiaculazione è legato al fatto che egli sperimenta anche conseguenze negative associate alla EP, tra cui il basso grado di soddisfazione rispetto al rapporto sessuale e disagio personale relativo all’eiaculazione. Consiste nella stimolazione del pene da solo o con la partner fino al punto di massima eccitazione per poi fermare la stimolazione prima dell’emissione fino alla conseguente riduzione dell’erezione.

Call Now Button